Motorbike Adventure Team

Motorbike Adventure Team
Motorbike Adventure Team è formato da un gruppo di amici che hanno in comune una grandissima passione per i viaggi, la moto e per l'avventura. Assieme a voi, abbiamo realizzato qualcosa che va oltre l'esperienza personale, per quanto gratificante, di conoscere luoghi e popoli in regioni remote e spesso inaccessibili: far arrivare a quelle popolazioni un aiuto tangibile, non fatto solo di oggetti inutili.

martedì 11 dicembre 2012

Australia: a noi due

Diario di viaggio del 8, 9, 10 e 11 dicembre 2012

8.12

Le giornate di susseguono uguali, monotone. Mi sveglio presto e faccio una passeggiata nel parco (anche perchè, per non svegliare i ragazzi che invece vanno a letto tardi, ne approfitto per "svuotare i serbatoi"....), faccio colazione con Stefano e Annamaria verso le 8.30; dopo la loro partenza per il lavoro mi collego con internet per mail, sito, skype e verso le 14 prendo la bicicletta di Stefano e me ne vado in centro città a guardare negozi, a guardare la gente, a scoprire angoli che ancora non conosco...

Ritorno in serata e se non ci sono problemi particolari ceno con Annamaria (Stefano rientra sempre molto tardi) oppure mi fermo in centro e vado in un fast food. E anche oggi è andata così...

Poi naturalmente divento nervoso perchè non mi và di buttare via le ore in questa maniera ma, obiettivamente, non si può fare diversamente e quindi...



9.12

Nella notte è arrivata la Quadrotta, alle 1.20 con il volo Emirates EK 424 (lo stesso con cui ero arrivato io), che mi accompagnerà in questa tappa australiana. Purtroppo non sono invece arrivati i documenti originali che erano stati spediti un giorno prima con corriere DHL.

Nel solito giro pomeridiano ho per la prima volta la possibilità di assistere ai preparativi natalizi dall'altra parte del mondo....ed incredibile a dirsi è esattamente come da noi: un enorme abete (finto) al centro della piazza principale, abbellito con palle colorate e festoni di luci; i babbi-natale con giacca e pantaloni rossi, la barba bianca ed il berretto col pon-pon che regalano dolci e doni ai bambini ( a dire il vero ci sono anche le "babbe-natale" con calze a rete e minigonne vertiginose...); i negozi che augurano Merry Christmas e promettono sconti favolosi; e siccome ci sono 38-40° e la neve non arriverà di sicuro (sic!), ci sono delle grandi bolle di plexiglas, con dentro la neve finta, dove i bambini, per 2.5 $ posso entrare e prendersi a palle di neve!!!

Il costo della vita, qui in Australia è veramente molto alto: sia i generi alimentari, sia l'abbigliamento, sia gli affitti come pure auto e i biglietti dell'autobus o servizi vari costano in genere una volta e mezza che in Italia. E' pur vero che anche gli stipendi sono più alti....il problema è che io non lavoro qui e devo pagare con i soldi che arrivano dall'Italia!

Il costo della benzina è intorno a 1.3 $ per litro e anche se è inferiore a quello italiano è pur sempre il più alto affrontato finore.

Porca Vacca....neanche oggi sono arrivati i documenti!!!

La quadrotta è lì che aspetta e non posso andare in dogana per prenderla: brutta cosa!

10.12

Secondo quanto detto da Alessandro di Interworld che ha curato la spedizione dall'Italia i documenti dovrebbero arrivare oggi ed io, speranzoso, al mattino vado al Tatt Shop (l'indirizzo che avevo dato, quello dove lavora Annamaria). I due ragazzi sono partiti con la loro macchinetta rossa verso il nord: è il loro week end e ritorneranno solo domani sera.

Come detto sono speranzoso ma le mie aspettative vacillano quando alle 10 i documenti non sono ancora arrivati (nella mia mente "bacata" il corriere avrebbe dovuto consegnare per primi i MIEI documenti, magari alle 5 del mattino....); ma non ci sono nemmeno alle 14; e nemmeno alle 15, accidenti!

Per fortuna che ci pensa Anna con la sua fede incrollabile e la sua pazienza a tenermi su (ah, se non ci fosse Lei...) e finalmente alle 17, ultimo minuto utile per la consegna,arrivano i documenti e posso tirare un sospiro di sollievo: non posso più andare alla dogana in Aereoporto (chiudono infatti alle 17.30 e anche volendo non ce la farei proprio materialmente; e comunque in ogni caso per le pratiche ed il ritiro sarei dovuto tornare il giorno successivo) ma almeno domani mattina appena aprono posso essere lì e sperare che tutto si risolva in una giornata.

Torno a casa tutto euforico (in bicicletta...volo) e vado a fare spesa al supermercato (l'acqua, il latte, i biscotti per il viaggio; affettato, pane, succo di frutto per la cena di stasera).

A letto presto (stanotte dormo in casa sul divano visto che loro non ci sono) perchè domattina mi devo alzare altrettanto presto.

11.12

Io non metto mai la sveglia e lo sanno tutti quelli che mi conoscono: ho una specie di sveglia nel cervello che mi fa alzare quando necessita!! Alle 5.30 sono sveglio e mi preparo: ho un bel pò di strada da fare in bicicletta: Herdsman Parade è a ovest e l'aereoporto è a est di Perth ed in mezzo c'è tutta la città da attraversare.

Ieri sera mi sono guardato il percorso sull'atlante stradale e mi sembra abbastanza facile: tre highway da prendere e poi la strada finale dell'aereoporto. Quello che non avevo previsto è che le biciclette non possono entrare nelle HWY (e mi sembra anche giusto). devo quindi ripianificare il tutto ed il percorso si allunga; devo inoltre controllare continuamente di non sbagliare strada e....morale della favola parto verso le 6 e soltanto intorno alle 8 arrivo al custom dell'International Terminal. E soltanto per scoprire, quante cose ho scoperto oggi, che aprono alle 8.30. Poco male, aspetto. Da lì vado alla Custom House (dove mettono il timbro sul carnet, cosa importantissima..), quindi al AQIS (per controllo quarantena e importazione prodotti: 145 $) ed infine alla Menzies al Perth Cargo Center per l'ispezione della moto (altri 170 $). Sono le 11.15 quando passo l'ispezione e poi un altro quarto d'ora per aspettare le pratiche.
Alle 13 la mia moto è fuori dal recinto doganale ed ho anche finito di rimontare il tutto: come al solito i ragazzi del recinto vogliono farsi le foto con la moto; cambia il continente ma certe cose sono uguali in tutte le parti del mondo.
Chiamo un taxi, ci carico la bicicletta e ritorno a "casa"; alle 17 ho un'intervista con Elisa Billato di Rai Tre e non voglio correre il rischio di perderla. Anche Stefano e Annamaria ritornano per quell'ora ma resteranno poco tempo: hanno anche loro un importante incontro per il futuro di Stefano.
Ci salutiamo così velocemente (ma forse è anche meglio: non servono tante parole tra persone che si stimano e si rispettano). Io sò soltanto che loro due sono stati eccezionali nei miei confronti, e questo non lo dimentico.
Dopo l'intervista preparo tutto e carico il possibile sulla moto: domattina vorrei partire prestino in direzione del grande centro rosso australiano:l'outback con l'Ayers Rock, i Monti Olga, il Kings Canyon, Alice Spring.
Australia a noi due: stò arrivando 

7 commenti:

  1. Sabrina (Emergency Padova)11 dicembre 2012 15:16

    "Anna" Santa subito! si si! E non meno importante.. "Mauri! Era ora!" e che caspita! Hai finito di gozzovigliare... Mo si ricomincia!" Beh.. tempo per fare foto ne hai avuto eh.. quindi prima o poi le aspettiamo.. Ma.. e le "Babbe Natale?" eh beh! c'hanno ragione.. sbaglio o faceva un po' caldino? ;-)
    A quanto pare stavolta la lunga pedalata.. ne è valsa la pena se finalmente ti hanno fatto rivedere Quadrotta.. come sta? le hai detto "ora sono qui non ti preoccupare..." poretta.. ne ha passate di "visite". Chissà quando fanno vedere l'intervista, spero presto! Sai già una data? Facci sapere! E... forza! si riparte!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Maurizio,
    a gniera ora,forsa che el soe magna e ore...Inizia un giretto intorno all'Australia,e il nostro amico Maurizio non si ferma un secondo,e tutti noi gridiamo FORZA!!!!!!
    Luca el barba e sorella Sabry

    RispondiElimina
  3. Finalmente si riparte....( e sì, ci siamo anche noi sul portapacchi, per fortuna di Quadrotta è un peso virtuale)
    E' quando stai fermo, con tutta quella strada ancora da fare, che ti manca il mo(vimen)to!
    Ribuon viaggio.
    Roby

    RispondiElimina
  4. Francesco Franzolin12 dicembre 2012 15:00

    Buon viaggio Maurizio...attendiamo i tuoi racconti e le foto!!!Buona Australia!!Francesco Franzolin

    RispondiElimina
  5. ciao Maurizio, ho cercato di seguirti su Spot e anche su google; da Perth avrai fatto già circa 3000km, complimenti
    Da google, seguendo i tuoi spostamenti mi pare che tu abbia fatto rifornimento ad una stazione Shell ( l'emblema è la conghiglia ma non sono riuscito a leggere il marchio)e hai preso alloggio al White Gum Motel in Gap road...
    Quando ho tempo, cerco di "vedere" dove sei.
    buon viaggio

    RispondiElimina
  6. ciao Maurizio
    mentre tu affronti l'outback noi affrontiamo il gelo padano e la miseria politica....
    stai meglio tu, sicuro!
    continua cosi!
    valerio

    RispondiElimina
  7. Ciao Maurizio,
    và pian altrimenti tra due giorni finisci di girare tutta l'Australia...
    Luca el barba

    RispondiElimina

Qui puoi inserire i commenti ai post inviati da Maurizio