Motorbike Adventure Team

Motorbike Adventure Team
Motorbike Adventure Team è formato da un gruppo di amici che hanno in comune una grandissima passione per i viaggi, la moto e per l'avventura. Assieme a voi, abbiamo realizzato qualcosa che va oltre l'esperienza personale, per quanto gratificante, di conoscere luoghi e popoli in regioni remote e spesso inaccessibili: far arrivare a quelle popolazioni un aiuto tangibile, non fatto solo di oggetti inutili.

giovedì 7 febbraio 2013

PATAGONIA AMMALIATRICE


Diario del 6.2.2013
PATAGONIA AMMALIATRICE

E stasera Bife de Chorizo sempre al Parillero La Fonda dove già ho cenato ieri sera;

 mi porto anche la macchina fotografica e qualche foto di El Calafate e dei suoi turisti salterà pur fuori, no...??!!


Oggi giornata quasi completamente dedicata al computer: rispondere alle mail; aggiornare il sito; caricare le foto, i diari di viaggi,i filmati nell'hard disc; collegarsi a skype e parlare con Quadro, con mio fratello e mia cognata, con Anna, con Lucia Balboni e gli amici di Etnica per la serata del 20 (a proposito: siete tutti invitati mercoledi 20 febbraio alle ore 21 all'auditorium San Niccolò di Chioggia per una serata con Emergency e con collegamento in diretta skype con me dall'Argentina). Vado anche a lavare la moto e a controllare olio e filtro e poi il fissaggio delle viti dopo il ripio e la risistemazione del carico.


Ed il tempo vola...
Giornata da turista invece domani con la visita ad uno dei “monumenti” più famosi della Patagonia, il ghiacciaio Perito Moreno che, come gli altri ghiacciai dello Hielo Sur in altri bracci del Laco Argentino, si “schianta” con fragore e và a morire nelle azzurre acque del lago.


Non riuscirò invece ad essere materialmente a El Chalten (lontano 250 km) per vedere da vicino i due colossi patagonici, il Fitzroy ed il Cerro Torre, che hanno visto in anni passati le gesta dei grandi alpinisti italiani, primo fra tutti il recentemente scomparso Cesare Maestri; li ho comunque fotografati da lontano lungo la strada per arrivare qui.
Questa Patagonia, come ha ricordato il mio amico Giorgio citando Chatwin, è una grande ammaliatrice e le armi che usa per adescare sia i turisti come pure i viaggiatori sono quelle dei colori (del cielo, delle montagne, dei fiumi, dei ghiacciai, delle valli), degli aperti sconfinati paesaggi, dei contrasti, di questa gente così rude e riservata ma che si apre come fiori a primavera una volta che si prova “veramente” ad ascoltarli.
E' una regione difficile, dura, insidiosa ma forse proprio in questo risiede il suo grande fascino: attira perchè non facile da conquistare e rappresenta ancora, e forse non ancora per molto, una sfida...soprattutto con sé stessi.

3 commenti:

  1. maurizio non riesco a contattarti piu'in skype xchè ho riprestinato il pc??ciaoo da mauro munegato

    RispondiElimina
  2. Sabrina (Emergency Padova)7 febbraio 2013 11:59

    "attira perchè non facile da conquistare e rappresenta ancora, e forse non ancora per molto, una sfida...soprattutto con sé stessi." la frase che mi ha colpita più di tutto. meravigliosa! Grande Mauri! anzi... piccola bugia.... prima di tutto (in effetti dovevo ancora leggere) mi hanno colpito le foto! che "venale" eh? :-* Ciao Mauri!

    RispondiElimina
  3. bellissima esperienza che crea profonde emozioni....Ciao Maurizio, da Gabriella F.

    RispondiElimina

Qui puoi inserire i commenti ai post inviati da Maurizio