Motorbike Adventure Team

Motorbike Adventure Team
Motorbike Adventure Team è formato da un gruppo di amici che hanno in comune una grandissima passione per i viaggi, la moto e per l'avventura. Assieme a voi, abbiamo realizzato qualcosa che va oltre l'esperienza personale, per quanto gratificante, di conoscere luoghi e popoli in regioni remote e spesso inaccessibili: far arrivare a quelle popolazioni un aiuto tangibile, non fatto solo di oggetti inutili.

domenica 7 luglio 2013

LAVARE I PANNI SPORCHI

diario di viaggio del 6-7-2013
LAVARE I PANNI SPORCHI

Oggi scade il visto russo, entro le ore 24 di oggi devo essere fuori del territorio della Federazione Russa, non ci sono santi ne madonne...
Faccio una suntuosa colazione approfittando del breakfast incluso al Liner Hotel dove ho passato la notte e verso le otto meno un quarto mi avvio a piedi verso l'aereoporto, distante solo poche centinaia di metri.
Tutti normali i controlli e nell'attesa di partire riesco anche a connettermi ad internet e spedire mail al consolato e agli amici; il passaggio aereo sulla Aeroflot è quanto mai tranquillo e la compagnia di bandiera russa, erede ma neanche lontana parente della vecchia azienda di stampo sovietico, si rivela affidabile, professionale, con ottimo personale di bordo (da tutti i punti di vista....).
La sosta a uno degli aereoporti di Mosca, lo Sheremetyevo, sarà di quasi cinque ore ma il dover ritirare il bagaglio, rifare il check, spostarsi per un nuovo gate farà passare il tempo abbastanza velocemente, da Mosca la prima tratta di rientro a Venezia prevede una sosta a Copenhagen (oggi non c'è il diretto Mosca-Venezia della Aeroflot) per poi, sempre con la compagnia SAS, arrivare alle 18.10 al Marco Polo (ah, qui niente servizio pranzo o spuntino; tutto a pagamento!!).
Arrivo puntuale, formalità doganali e bagaglio veloci e alle 18.30 sono già fuori ad abbracciare Anna; verso le sette e un quarto di sera sono a casa, con Mariuccia ad attendermi sul portone; nulla è cambiato, come neanche fossi partito e ritrovare tutto come lo hai lasciato da un bel senso di sicurezza.
Arriva Ivano (Manzato, l'autore del libro Ridi di Cuore, grande amico) a darmi il bentornato con la sua proverbiale simpatia e le battute sempre pronte; arriva il sms di un altro amico a dirmi che il mio viaggio è "annullato" e "non valido" perchè mi sono arreso senza arrivare con la moto a casa; mi mangio un bel piatto di gnocchetti sardi con la salsiccia preparati da Mariuccia e un pò della soppressa che Anna ha scongelato per l'occasione e mi butto a letto veramente stanco.
Da domani comincerò a lavorare per ritornare il più presto possibile in Russia; Quadrotta è lì che mi aspetta paziente in un garage di Ekaterinburg ed io, se non interverranno problemi con le autorità russe, non vedo l'ora di rimontare in sella per terminare quanto iniziato più di 9 mesi fa: l'All Around The World 2012.
Possiamo dire che questa è una pausa tattica: sono ritornato per lavare i panni sporchi che da 9 mesi non vedevano una vera lavatrice!!!!!

5 commenti:

  1. Bentornato Maurizio....ciao

    RispondiElimina
  2. Bentornato Maurizio, ciao
    Luca aleljuk

    RispondiElimina
  3. Giorgio Perini7 luglio 2013 17:37

    Beh, direi meno male che hai questa sosta tecnica altrimenti i tuoi vestiti tornavano a casa dalla russia da soli... ;-)
    Un abbraccio!
    gio

    RispondiElimina
  4. bentornato, diciamo che è una sosta "tecnica". Pieno di affetti, di consigli per riparare Quadrotta e ripartirai tutto in ghingheri come se non avessi già fatto più di tre quarti del giro del mondo.
    ciao
    Roby

    RispondiElimina
  5. Diciamo che ultimamente le due "tre ruote" , hanno dimostrato grossi problemi di affidabilità, quindi a livello immagine ne sono uscite un po' con le ossa rotte, anche se è vero che sono state spinte oltre le loro possibilità.
    Probabilmente al di là dell'obiettivo marketing, forse non era la soluzione più adatta per questo tipo di impresa.
    Saluti
    Roberto

    RispondiElimina

Qui puoi inserire i commenti ai post inviati da Maurizio