Motorbike Adventure Team

Motorbike Adventure Team
Motorbike Adventure Team è formato da un gruppo di amici che hanno in comune una grandissima passione per i viaggi, la moto e per l'avventura. Assieme a voi, abbiamo realizzato qualcosa che va oltre l'esperienza personale, per quanto gratificante, di conoscere luoghi e popoli in regioni remote e spesso inaccessibili: far arrivare a quelle popolazioni un aiuto tangibile, non fatto solo di oggetti inutili.

mercoledì 7 agosto 2013

EVIVA EA ... RIGA

diario di viaggio del 5.08.2013
EVIVA EA ... RIGA

Sono circa 570 km da Prospect Ligovskiy a Merkela Iela, 1 a Riga; una tappa media, non troppo lunga ne corta, e la strada si rivela piacevole, soleggiata (vorrei dire calda), tra verdi colline sia in territorio russo che in Estonia e poi Lettonia.
Devo superare la frontiera Russo-estone (l'ultima, suppongo, in questo lungo viaggio che per certi versi, e soprattutto in certi paesi, e' stato in gran parte caratterizzato anche dalle problematiche riscontarte nelle varie frontiere) e anche se in consolato a Mosca ho avuto ampie assicurazioni sulla validita' dei miei documenti, devo dire che qualche timore lo nutro ancora (con i russi, e con le autorita' doganali in particolare, non si puo' mai sapere); va invece tutto benissimo, con tranquillita' e simpatia, e l'unico imprevisto me lo regalano una coppia di estoni in auto davanti a me: all'ultimo controllo doganale, escono entrambi per consegnare il passaporto, lasciando un vivace bull-terrier in auto; il cane tanto fa e tanto corre che abbassa il pulsante di chiusura automatica dell'Audi; i due proprietari restano cosi' chiusi fuori, proprio in mezzo al passaggio di uscita dalla dogana, bloccando le numerose auto (ed il sottoscritto) i cui proprietari non sanno se arrabbiarsi per il tempo perso o sorridere per la comicita' della situazione.
Poco prima di arrivare a Riga ancora un problemino di Quadrotta: gran rumore dalla marmitta perche' si e' ormai distrutto, dopo le migliaia di km percorsi, la guarnizione tra collettore e scarico: poco male, arrivato alla capitale lettone trovero' un'officina e la faro' sistemare (il problema e' che fa un rumore incredibile, a meta' tra 10 Harley ed un Landini, e un po' mi vergogno a girare per le strade cittadine facendo tutto sto baccano).
Il Big Bed Hostel si trova al 5 piano di Merkela Iela, 1, proprio sopra al Mac Donald (dove non entrero'), non ha wi fi, e' sporco e male organizzato, con lavori ancora in corso ed un costo di 20 euro che e' un salasso in questi posti; ma sono stanco e non ho voglia di girare nuovamente in cerca di uno migliore: per  oggi va bene questo  e domani vedremo.
Mi lavo in una doccia che ... beh, lasciamo perdere, ed esco una prima volta in questa parte della citta' animatissima di gente, un via vai continuo trafficatissimo di auto e di gente a piedi (dei quasi 2,1 milioni di abitanti della Lettonia, 700 mila vivono nella capitale) ma soprattutto tante, tantissime, tantissimissime belle ragazze: alte, con lunghi capelli biondi, gli occhi azzurri o verdi, con mise di minigonne, mini abiti, mini camicette, mini .. tutto, che mettono in risalto i bei corpi spesso abbronzati: i miei amici Aldo, Alessandro e Mino impazzirebbero.... ed anch'io ne sono turbato (e me fermo qua!!!).
Dopo un giro al supermercato della stazione centrale ritorno all'ostello, sistemo alcune cose e, presa la macchina fotografica, mi avvio a piedi verso la Old Town, attraverso il ponte sulla Daugawa ed entro in quello che nel 2014 sara' il centro storico della Capitale Europea della Cultura; Riga e' stato grande centro della Lega Anseatica e, proprio per la sua ricchezza culturale, e' gemellata con Firenze.
Devo dire che, anche se piccolo come estensione, il centro storico e' veramente molto bello; si gira con facilita' e ad ogni angolo un nuovo e diverso scorcio si apre: qui una chiesa gotica, la' una romana, ancora piu' in la' un palazzo in stile Dutch; bello, bello, e vario. Tante chiese e tante piazze, in ognuna delle quali artisti "di strada" si esibiscono tra la curiosita' dei tanti turisti; in una via laterale rispetto alla Cattedrale noto un ristorante con una enorme scritta a caratteri cubitali che, in perfetto italiano, ricorda che i suoi vini provengono dalla Tenuta Carrisi, in Puglia: eh si. il ristorante e' di proprieta' del noto-vecchio cantante italiano Al Bano.
Ma d'altra parte l'evento musicale dell'anno qui e' il concerto di Toto Cotugno!!!
Le ombre della sera si allungano e mi fermo in un ristorantino per un bel piatto di riso saltato e uno spezzatino con patate bollite; non una gran cena ma ... buono per me.
Decido, dopo la visita al centro storico, di ripartire subito il giorno successivo per Kaunas (il mio originario itinerario prevedeva di restare due giorni a Riga e quello successivo di arrivare a Vilnius; cambio, senza problemi: domattina presto a sistemare la marmitta e poi via verso sud.
Sono ormai in Europa (anche se entrambe le nazioni, Lettonia e Lituania, non hanno ancora adottato la moneta comune, l'euro e devo ancora cambiare denaro o prelevare dai bancomat valuta locale), non ho piu' frontiere, sono in zone relativamente "facili" e d'ora in avanti la strada sara' tutta in discesa.
Ah, anche l'ora e' cambiata: sono solo ad un fuso orario di distanza dall'Italia: il lento avvicinamento sta' ormai giungendo a conclusione. 

5 commenti:

  1. nghe se burlon tu ne?!

    RispondiElimina
  2. Giorgio Perini7 agosto 2013 18:20

    Ciao Maurizio, ma... che cosa c'è di così interessante a Kaunas da starci di più che a San Pietroburgo? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sta bon che te ghe' na moiere e na fioea picoea ... quando che torno Te spiego ben cossa che jera qua a Kaunas... e anca a Riga...Madonna, tosi!!!

      Elimina
  3. Oh quasi quasi mi dispiace che tutto finisce, la routine di leggerti ogni sera dovrá essere sostituita acc.!!! Ve bè contento che procedi verso casa, dai che ti aspettiamo ma vai lento e fai durare ancora qualche giorno sto giro del mondo!!!!! Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao caro Nico, ritornati dall'America? Che sensazioni hai avuto al di la' dei paesaggi? Spero proprio sarete con me Tu e Alessandra quando ritorno, mi farebbe tanto tanto piacere... E Ti prometto foto gia' quella sera. Ciao ciao.

      Elimina

Qui puoi inserire i commenti ai post inviati da Maurizio