Motorbike Adventure Team

Motorbike Adventure Team
Motorbike Adventure Team è formato da un gruppo di amici che hanno in comune una grandissima passione per i viaggi, la moto e per l'avventura. Assieme a voi, abbiamo realizzato qualcosa che va oltre l'esperienza personale, per quanto gratificante, di conoscere luoghi e popoli in regioni remote e spesso inaccessibili: far arrivare a quelle popolazioni un aiuto tangibile, non fatto solo di oggetti inutili.

martedì 19 marzo 2013

HOW MANY ROAD MUST A MAN WALK DOWN

diario di viaggio del 16.3.2013
HOW MANY ROAD MUST A MAN WALK DOWN

Svegli a alle 6 a casa di Arthur (lui non e' abituato ad alzarsi a queste ore ma fa onore all'ospite); non so' cosa mi succede ma al momento della partenza mi viene da piangere: l'ospitalita' di queste persone che neanche sapevo esistessero e' stata straordinaria e (come gia' in altre situazioni in questo viaggio) come potro' mai ricambiarla? Ad un giorno in Italia, cari Arthur e Gilliard, io Vi aspetto!!!
Porca vacca, non faccio in tempo ad uscire da Medianeira che Giove pluvio si scatena in una delle sue piu' riuscite interpretazioni e per poco piu' di mezz'ora ne viene giu' tanta ma tanta...da bagnarmi fino alle mutande (non ho fatto in tempo a mettermi l'antipioggia, accidenti); sta' di fatto che quando arrivo in frontiera sono ancora bagnato e "gocciolo" alla grande. Passo non proprio rapidamente le due frontiere ( in quella argentina si inceppa la macchina fotocopiatrice e restiamo oltre 3/4 d'ora ad aspettare che qualcuno la sistemi) ed appena arrivo in Misiones esce il sole

 e correndo mi asciugo al volo correndo (anche le mutande, eh...!!).
I 300 km fino a Posadas passano velocemente e ad una stazione di servizio incontro 11 motociclisti brasiliani (quasi tutte BMW) che stanno andando a fare un giro di 10 gg al deserto di Atacama in Cile: sono superaccessoriati e organizzati (anche una macchina di appoggio) ma sono simpatici e ci facciamo un bel po' di foto insieme.



Poco piu avanti, a meta' strada verso Santiago del Estero faccio un incontro che mi riempie il cuorte di gioia; sul bordo strada sta' passando un fiero gaucho argentino (era da un pezzo che se vedevano parecchi ma non avevo mai preso il coraggio a due mani per chiedere una foto). Hernan e' molto fiero del suo lavoro e posa volentieri per questo italiano che arriva da cosi' lontano per fotografarlo!!


La meta di giornata e' Corrientes (capitale dell'omonima provincia) e vi giungo abbastanza presto; devo trovare velocemente il posto per dormire e ci riesco al Bienvenida Golondrina, un bellissimo Hostel in una casa coloniale di Calle La Rioja. Ora devo trovare un posto per cambiare olio, filtro e serrare le viti della testa dopo i lavori di due giorni fa che hanno rimesso a nuovo il motore. Dopo due ore sono del tutto a posto e posso passeggiare in serata per le vie della citta'.


Quadrotta riposa in una cochera (garage) all'aperto sulla Costanera del Parana': anche Lei si gode la fresca aria che arriva dal grande fiume.
Domani tappa lunga di avvicinamento a Santiago del Cile; mi sono sentito con Franco Ballatore (sta scendendo il continente americano con una vespa indiana) e dovremmo riuscire a incontrarci martedi sera a Buin dall'amico Nicola: abbiamo tante cose da raccontarci!!!

6 commenti:

  1. E vai grande Maurizio...forza che riprendi i km persi,e bravi i meccanici.
    Luca el barba e Sabry

    RispondiElimina
  2. Francesco Franzolin19 marzo 2013 09:10

    Già da come scrivi si percepisce la contentezza nell'essere ripartito!! avanti tutta!! evviva. Francesco Franzolin

    RispondiElimina
  3. Bello il gaucho...sono le 15 e da spot vedo che hai passato Mendoza,e sei quasi arrivato a Uspallata,quindi passi a sud dell'Aconcagua, dalle foto sembra una bella strada in mezzo alle montagne ricoperte solo di prati, niente alberi. Ho visto anche un restaurant in pietra stile autogrill (fatto a ponte). Arrivato in Cile tanti tornanti, sembra lo Stelvio! Poi Los Andes e Santiago.
    Buon viaggio
    Roby

    RispondiElimina
  4. ciao Maurizio, sono Sergio...da Roma. E si, la mia vacanza si è conclusa. Ma continuerò a seguirti dal tuo blog ed a viaggiare con te.
    Buon viaggio

    RispondiElimina
  5. Ciao carissimo, è da un pò che non ci facciamo vivi ma ti pensiamo sempre; ogni tanto "viaggiamo" anche noi con il tuo diario. Un superabbraccio, Francesco Alessia e i marmocchi.

    RispondiElimina
  6. ciao Picio, sono il responsabile dei problemi di quadrotta. sono sempre con te ed i miei 70kg si fanno sentire. quando vuoi posso mettermi alla guida.

    RispondiElimina

Qui puoi inserire i commenti ai post inviati da Maurizio