Motorbike Adventure Team

Motorbike Adventure Team
Motorbike Adventure Team è formato da un gruppo di amici che hanno in comune una grandissima passione per i viaggi, la moto e per l'avventura. Assieme a voi, abbiamo realizzato qualcosa che va oltre l'esperienza personale, per quanto gratificante, di conoscere luoghi e popoli in regioni remote e spesso inaccessibili: far arrivare a quelle popolazioni un aiuto tangibile, non fatto solo di oggetti inutili.

lunedì 4 febbraio 2013

DISCESA DEL LIMAY


3.2.2013
DISCESA DEL LIMAY

Sono quasi le 3 quando finalmente mi metto a letto e mi merito di dormire un po'...e sono le 7 quando mi alzo per fare la solita colazione. Mi faccio anche una bella doccia e subito mi sento un'altra persona: pulito e riposato il mondo appare diverso he he he he !!!
Dopo i collegamenti skype con Anna e la responsabile di Etnica, Lucia Balboni, per una videoconferenza il giorno 20 febbraio nel corso della serata dedicata a Emergency, sistemo anche le mail e ne trovo una di Gabriela e Nicolas che mi invitano nel pomeriggio a una discesa del Limay con canoa e kayak. Il Limay è un grande fiume, emissario del lago Nahuel Huapi, che si getta nell'Oceano Atlantico vicino a Viedma dopo aver attraversato steppa e pampa.
Non ci penso un minuto e alle 2 circa ci troviamo al Centro Civico

 con Gabriela e poi parcheggio nel garage del loro appartamento; partiamo poi con due mezzi (un furgone ed un pick up) dove carichiamo tutto l'equipaggiamento (canoa a due posti, kayak, caschi, salvagenti, scarpette di neoprene) e ci spostiamo circa 30 m a nord di Bariloche. Scarichiamo tutto e poi uno dei due mezzi viene spostato circa 20 km più in su, dove arriveremo seguendo la corrente; ritorniamo alla partenza, ci “bardiamo” ed entriamo in acqua, io e Gabriela sulla canoa a due posti e Nicolas sul suo kayak fluviale.
L'acqua del fiume è limpidissima sempre, come acqua di fonte, e la corrente scorre ora tra alte sponde rocciose, ora tra verdi prati bordati di salici e altri alti alberi. Bello; ci divertiamo a pagaiare da una parte all'altra del fiume e a farci trasportare dalla corrente su facili rapide; ogni tanto ci fermiamo in qualche caletta riparata per osservare cormorani, oche, condor, cavalli lungo le sponde o sugli alti dirupi: rilassante e divertente.


Arriviamo al furgone in circa due ore, carichiamo tutto, recuperiamo il pick up ISUZU rimasto alla partenza e ci dirigiamo verso San Carlos per una breve visita ad uno dei tre negozi e alla fabbrica di paste e pane di Nicolas: buonissimi i croissant che mi vengono offerti.
Ritornati al garage recupero la moto, ringrazio i due ragazzi del bel pomeriggio passato insieme, li saluto caramente e ritorno velocemente al Petunia; sono ormai le 21 e vorrei riuscire ad andare a letto presto per riposare per bene.
Domani riparto veramente e mi aspetta un bel po' di strada sulla parte più impegnativa della ruta 40.

2 commenti:

  1. Sabrina (Emergency Padova)4 febbraio 2013 08:34

    La fame vien "pagaiando" eh? Figo! Maurizio che bellezza! Di sicuro quando vai a letto sei stanco fisicamente ma felice... chissà le mille immagini ed emozioni che ti passando davanti.. che invidia! un abbraccissimo! Sabry

    RispondiElimina
  2. Francesco Franzolin5 febbraio 2013 12:53

    mi pare di capire che in questi giorni te la stai spassando alla grande!!! complimenti!! e buona ripartenza...

    RispondiElimina

Qui puoi inserire i commenti ai post inviati da Maurizio