Motorbike Adventure Team

Motorbike Adventure Team
Motorbike Adventure Team è formato da un gruppo di amici che hanno in comune una grandissima passione per i viaggi, la moto e per l'avventura. Assieme a voi, abbiamo realizzato qualcosa che va oltre l'esperienza personale, per quanto gratificante, di conoscere luoghi e popoli in regioni remote e spesso inaccessibili: far arrivare a quelle popolazioni un aiuto tangibile, non fatto solo di oggetti inutili.

venerdì 28 giugno 2013

MA CHI CI VUOLE MALE??!!

diario di viaggio del 27.6.2013
MA CHI CI VUOLE MALE??!!

Ieri sera, nella sfiga di entrare a Irkutsk trainando una moto per 200 km, era comunque arrivata la bella notizia della possibilita' di estensione del visto proprio qui a Irkutsk; Gabriella e la sua segretaria russa Tatyana Garkusha mi avevano dato quasi la certezza e tutta una serie di indirizzi lungo il percorso a cui rivolgersi in caso di necessita'; la vita mi sorrideva ed ero quasi felice, nonostante il grave danno alla moto di Aldo.
Stamattina mi reco in uno dei negozi di Gabriella qui a Irkutsk, il Debut in Karla Marxa Ulitsa, incontro le belle commesse (mi spiace Giorgio ma non potevo fotografarle) e la proprietaria Tatyana  Malik che si offre di farmi da tramite con l'ufficio immigrazione; saliamo nel suo ufficio al terzo piano e la segretaria Evghenja (che parla inglese) chiama e subito dopo mi da' la mazzata: non c'e' niente da fare, l'estensione del visto su Visa Turistico non si puo' fare.
Contatto Gabriella, contatto Tatyana Garkusha, riproviamo con la agenzia di Mosca...niente tutto inutile.
L'unica cosa che ci rimane e' uscire dalla Russia (per dire in Mongolia e qui io devo farmi il visto qui a Irkutsk mentre Aldo col passaporto americano non ne ha bisogno)), chiedere un nuovo visto (tempo e soldi che se ne vanno) e rientrare in territorio russo; il problema a questo punto si pone con Aldo che il 15 luglio deve riprendere servizio al Consolato Italiano di San Francisco, senza possibilita' di proroga; con i tempi di arrivo del pezzo da sostituire (la Quadro lo ha spedito con DHL urgentissimo) previsto per martedi 2 luglio, con il tempo per arrivare in Mongolia, ottenere il visto e ritornare (calcolati circa 8 giorni) non riusciremmo comunque a farcela.
La situazione e' critica ma come sempre (e anche con il Vostro incoraggiamento) non ci abbatiamo e cerchiamo soluzioni; ce ne vengono in mente tante, le valutiamo e poi le scartiamo per i vari problemi collegati; decidiamo di dormirci su e vedere se, come dicono, la notte porta consiglio.
Ho passato quasi tutto il pomeriggio nell'ufficio di Tatyana, solo qualche breve interruzione per prendere la moto, tornare all'ostello e comunicare su skype con Anna e poi ancora in Karla Marxa Ulitsa; ricordo che Aldo e' ancora alloggiato al bel hotel affacciato sulla piazza del Governo e anche qui faccio un paio di puntate (Quadrotta che sfreccia per le vie cittadine e' sempre un gran bel spettacolo e quando e' parcheggiata le fotografie della gente di passaggio si sprecano).
In serata usciamo a piedi a passeggiare per le vie cittadine, ad ammirare le vecchie case di legno lasciate a memoria di come era la vecchia Irkutsk (alcune ancora splendidamente conservate, altre ...molto meno, alcune anche bruciacchiate dal fuoco!!), a farci un hamburger di pollo al Country Chicken, a osservare la notte che cala lentamente sui tetti.
Rientriamo in albergo per effettuare il trasbordo delle cose e della moto di Aldo fino al 490 hostel e salutiamo anche Marcelo e Walter che l'indomani partiranno per la Mongolia; verso le 11.15, con il traffico notevolmente calato rispetto alla giornata, proviamo a muoverci in direzione di Deputatskaya Ulitsa, attraversando tutto il centrocitta'; muovendosi con cautela e cercando di calcolare i tempi riusciamo a trovare i 7 semafori tutti verdi e solamente nel girare a Sx poco prima dell'arrivo alla nostra sistemazione abbiamo un piccolo problema di traino; niente di particolare e quasi ormai a mezzanotte parcheggiamo le due Quadrotte arancioni dietro al palazzo che ci ospitera'; il gentile Alexander e li' ad accoglierci e finalmente possiamo prendere possesso dei nostri letti e buttarcisi sopra: siamo stanchi, un po' sfiduciati, ma la notte porta consiglio e ...domani e' un altro giorno. 

2 commenti:

  1. Giorgio Perini28 giugno 2013 14:40

    Caro Maurizio, in molte altre occasioni sembrava non esserci via d'uscita (in brasile quando quadrotta è stata ferma per 15 giorni causa ritardi dello spedizioniere, a Panama quando non riuscivi a trovare il barco, a Seul quando mancavano i documenti per le moto, ecc.) ma alla fine le cose si sono sistemate e sei ripartito.
    Pensa che hai un mondo (e non esagero) di amici, conoscenti, simpatizzanti o semplici curiosi, che ti seguono ogni giorno. Lo sai che, secondo gli orientali, se ti concentri su una persona gli mandi la tua energia? E vuoi che con tutte le persone che ti pensano e tifano per voi non arrivi la soluzione?
    Un caro saluto e BUONA STRADA!!!!!

    RispondiElimina
  2. ciao giorgio, leggi il blog di oggi e vedrai che parecchia gente deve essersi concentrata. Ma soprattutto mi sono concentrato io... euna piccola soluzione l'ho tirata fuori. Adesso speriamo che tutto fili liscio e non abbiamo altri problemi di moto o altro. Se succedera' comunque non mi lascero' abbattere di sicuro e forte dell'energia trasmessa da tutti gli amci grandi e piccoli...portero' a compimento questo mio sogno lungo un anno.
    Un abbraccio caro Giorgio e....grazie!!!!

    RispondiElimina

Qui puoi inserire i commenti ai post inviati da Maurizio