Motorbike Adventure Team

Motorbike Adventure Team
Motorbike Adventure Team è formato da un gruppo di amici che hanno in comune una grandissima passione per i viaggi, la moto e per l'avventura. Assieme a voi, abbiamo realizzato qualcosa che va oltre l'esperienza personale, per quanto gratificante, di conoscere luoghi e popoli in regioni remote e spesso inaccessibili: far arrivare a quelle popolazioni un aiuto tangibile, non fatto solo di oggetti inutili.

mercoledì 12 giugno 2013

RIUSCIRANNO I NOSTRI EROI...

diario del 11.6.2013
RIUSCIRANNO I NOSTRI EROI.....

La situazione precipita; l'agente della Pentagon Freight Service (riferimento per Seoul della Interworld), Sig. Dong Jin Won ,non e' disponibile a darci una mano per le pratiche del traghetto e dovremo arrangiarci da soli; la moto non e' ancora stata spedita da Milano (partira' mercoledi e arrivera' giovedi sera/notte a Seoul) e non abbiamo quindi gli originali dei documenti ma solo delle copie spedite via mail; non riusciamo a metterci in contatto con la DBS per sentire veramente cosa si puo' fare....
A questo punto ci piglia un po' di sconforto ma ci riprendiamo subito e decidiamo di andare domattina in aereoporto e vedere di persona cosa si puo' fare; spediamo decine di mail e facciamo decine di telefonate ma praticamente non cambia nulla; ci mettiamo al computer e al tablet per vedere di trovare percorsi alternativi se non dovessimo riuscire ad imbarcare per domenica ma i tempi del visto russo sono un bel capestro che ci permette poche alternative.
Usciamo per cambiare soldi (dobbiamo ancora pagare l'ostello e la simpatica Violet reclama giustamente quanto dovuto), per vedere l'ingresso di uno dei tre palazzi imperiali (appena possibile faremo una bella visita tanto l'abbiamo vicino), per mangiare in un tipico ristorante barbecue coreano (tavolo in legno con buco da 25-30 cm al centro dove viene portato un braciere con bella fiamma accesa; vengono anche portati 4-5 piattini di salse varie, bastoncini in metallo, acqua fresca e .... un bel piatto di carne mista (maiale, manzo, pollo) tagliata a pezzettini e una griglia dove ognuno si cucina la sua porzione come la preferisce: molto ma molto buono e simpatico!!
Rientriamo e troviamo molti degli ospiti dell'ostello seduti a chiaccherare nella grande stanza centrale: ragazze finlandesi, militari americani di stanza a Okinawa, giovani coreani, i due vecchietti italiani, una ragazza australiana, ce n'e' per tutti i gusti e tutte le stagioni.
In serata ci si fa portare da mangiare da un take-out vicino (fuori ha cominciato a piovere bello forte) e ci si gusta una buona birra che e' la particolarita' della Bong House: ogni sera viene offerta agli ospiti una bella birra fresca e ... gratis.
Rientriamo in stanza e ancora giu' su carte, mappe google, guide cartacee e quant'altro a fare progetti per i prossimi giorni; siamo preoccupati ma speranzosi, dovremo arrangiarci senza l'aiuto di nessuno ma ci affidiamo alla Provvidenza; l'Anna e Roberto da casa ci incoraggiano e anche se le aspettative non sono affatto rosee la Spes e' ancora una risorsa.... a domani!!!!

5 commenti:

  1. Risposte
    1. Non so' chi sei e non so' se lo dici per prendermi in giro o seriamente; leggi quello del 12.6 e capirai cosa si prova in certe circostanze: un misto di rabbia, impotenza, disperazione!!! Il bello e' quando riesci a risolvere...il brutto quando non ci riesci, porca vacca!!
      Come sempre speremo ben...

      Elimina
  2. Francesco Franzolin12 giugno 2013 23:19

    Forza Forza!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tifo Francesco e salutami tanto Cristina. per farVi capire quanto mi sento vecchio ( hi hi hi hi.. si fa per dire!!!) mi ricordo quando Vi avevo alle elementari ed anche i campi scuola insieme a Tonezza!!!!

      Elimina
  3. No Maurizio, il tuo racconto è davvero molto avvincente. corro a leggere il seguito :)

    RispondiElimina

Qui puoi inserire i commenti ai post inviati da Maurizio