Motorbike Adventure Team

Motorbike Adventure Team
Motorbike Adventure Team è formato da un gruppo di amici che hanno in comune una grandissima passione per i viaggi, la moto e per l'avventura. Assieme a voi, abbiamo realizzato qualcosa che va oltre l'esperienza personale, per quanto gratificante, di conoscere luoghi e popoli in regioni remote e spesso inaccessibili: far arrivare a quelle popolazioni un aiuto tangibile, non fatto solo di oggetti inutili.

martedì 1 gennaio 2013

Considerazione n. ...boh + 1

Considerazione..
Qualcuno mi ha chiesto: ma cosa pensi in tutte le ore che passi da solo in sella alla moto?
Beh, ovviamente tante cose..
Per prima cosa gli affetti (Anna, i famigliari, gli amici...): cosi' da lontano e con cosi' tanto tempo a disposizione si puo' avere un occhio diverso e capire meglio le situazioni, valutarle con serenita' e a volte con distacco, arrivando spesso all'essenza, a percepire cosa e' veramente importante e cosa lo e'... meno.
Poi le cose quotidiane da affrontare: le strade, le soste,dormire,mangiare,fare benzina, etc etc
 E poi le cose relative al prosieguo del viaggio: la moto, le spedizioni, gli incontri nei vari continenti, l' aspetto tecnico con quadro....
E ancora l'aspetto sociale e politico (sia a casa in Italia sia dei paesi che attraversi) gli incontri che hai fatto (programmati o casuali), le persone ''strane'' e quelle ''speciali'' che continuamente entrano in contatto con te...
Altro ancora il sito, le mail da leggere, quelle da spedire a conoscenti, sponsor, amici, il blog da aggiornare, le foto, i filmati, insomma tutta la parte di comunicazione....
Penso spesso a Emergency, a cosa ancora potrei fare (e 1 o 2 nuove idee sono venute fuori), agli straccetti da dare in giro per il mondo, al perche' cosi' pochi sono stati sensibili alla raccolta fondi sul sito,...
....e poi il grande amore della pallavolo, il ''mio''mondo per 37 anni, lasciato per realizzare il viaggio: penso alla crescita delle ragazze e delle ragazzine, ai risultati positivi che continuano ad arrivare, ai consigli che ancora mi verrebbe da dare ma che...non posso piu' dare.
Insomma talmente tante cose che veramente il tempo non basta per star dietro a tutto.
E intanto il cervello macina...macina...macina... 

4 commenti:

  1. ciao Maurizio, e di nuovo buon anno!
    E' vero, quando si viaggia in moto/scooter e soprattutto in viaggi lunghi, si pensa ad un mucchio di cose, dalle più importanti alle più stupide.
    A volte mi è capitato di fare alcuni kilometri "svegliandomi" dopo senza ricordarmi di averli fatti.
    Buon proseguimento.
    Roby

    RispondiElimina
  2. Sabrina (Emergency Padova)1 gennaio 2013 12:31

    Gioia splendida! Ma quanta fortuna abbiamo a conoscerti? Tu "macini" sempre Maurizio, macini la strada, macini i pensieri... idee.. ma noi ti vogliamo bene anche per quello no?
    SI è vero la raccolta fondi... ma abbiamo passato un periodo così oscuro... che un po' li capisco anche se penso comunque che la buona volontà ci sia comunque e tanta! Quindi potrebbero fare un bel "proposito"!
    Altre idee per Emergency Mauri? Ma sei un vulcano! Insomma non fai tempo a tornare che subito ci metterai al lavoro.. BELLO!!!!!!! Non vedo l'ora!
    Gli straccetti.. mi hai fatto venire in mente che non molti sanno cosa significano... vado subito a creare un bel post! Ti abbraccio e ti dico Buon Anno!
    Ti voglio bene e qui da Emergency tutti ti abbracciano di cuore. Sabry

    RispondiElimina
  3. Ciao Maurizio,sempre avanti così mai paura!!!!!quando ritorni femo un feston pà tirare sù dei schei per la causa...magliette con dedica...e tutto quello che serve per raggiungere la meta.E se non hai foto puoi fare un bel libro a fumetti, come protagonisti tu e la 2+1.Luca el barba

    RispondiElimina
  4. Ciao Maurizio! Dopo aver letto la tua mail oggi, mi rendo conto che il nostro incontro, qui, dall'altra parte del mondo inizia a diventare più reale! Finalmente mi prendo del tempo per leggere il tuo diario di viaggio. Cosi facendo mi accorgo di quanto sia prezioso per un viaggiatore condividere l'esperienza di chi viaggia. Ti fa sentire ovunque tu sia ... a casa... ti rendi conto che le tue sensazioni, le tue esperienze, le tue paure, la noia e l'entusiasmo sono comuni a tutti coloro che intraprendono come te un cammino.
    Questo post poi, in particolar modo mi piace! Dà atto, a chi non se ne fosse mai reso conto, di quanto in realtà si sia "accompagnati" pur quando si è convinti di essere soli. Ogni minuto di solitudine apparente è in realtà un continuo lavorio mentale, pensieri, confronti, dialoghi interiori, ricordi, paure, aspettative...cosicchè alla fine quando per un attimo riesci a zittire tutto questo, magicamente diventi tutt'uno con ciò che ti circonda. Ti senti appagato, i tuoi occhi sono pieni di quel che vedi, non trovi le parole per descriverlo e in realtà non ce ne è bisogno perchè devi semplicemente VIVERLO!

    Spero davvero che le nostre strade si incrocino anche qui nella remota Nuova Zelanda! Noi ti aspettiamo!

    Silvia

    RispondiElimina

Qui puoi inserire i commenti ai post inviati da Maurizio